Catania, "caro estinto": si costituisce il figlio del boss D'Emanuele

Si tratta del latitante Andrea Sebastiano D'Emanuele, 29 anni. Era riuscito a sfuggire all'operazione "Cherubino"

CATANIA. Il latitante Andrea Sebastiano D'Emanuele, di 29 anni, figlio del boss Natale, si è costituito ai carabinieri del reparto operativo del comando provinciale di Catania. Era ricercato dal 29 aprile scorso quando sfuggì all'operazione “Cherubino” della Dda della Procura di Catania contro il presunto monopolio di Cosa nostra nella provinciale nel settore dei servizi delle onoranze funebri, grazie alla complicità di custodi dell'obitorio di infermieri ausiliari di un ospedale della città. Dopo la notifica del provvedimento restrittivo è stato condotto nel carcere di massima sicurezza di Bicocca. Nei confronti di Andrea Sebastiano D'Emanuele era pendente un ordine di custodia cautelare in carcere per associazione mafiosa, estorsione e corruzione. Nell'inchiesta "Cherubino" fu arrestato dalla squadra mobile della Questura anche suo fratello Antonino, di 36 anni, e un ordine di custodia cautelare fu notificato in carcere a suo padre, Natale, 70 anni, ritenuto il capo del rione Castello Ursino di Catania e cugino del boss ergastolano Santapaola. Nei confronti dei tre D'Emanuele all'alba di oggi la Dia ha eseguito un sequestro di beni per complessivi 15 milioni di euro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati