Tedesco: "Orgoglioso di vivere una settimana così"

PALERMO. Dei circa 38.000 palermitani che saranno domenica al Barbera, per spingere la squadra verso una vittoria che potrebbe valere la storia, Giovanni Tedesco è quello che avrà la fortuna di vivere questa settimana e la partita di domenica da dentro lo spogliatoio. E lo stato d’animo del numero 4 del Palermo, oggi in conferenza stampa a Boccadifalco, è un mix di emozioni, in vista di quella che egli stesso ha definito la partita più importante della sua carriera. «Sono felice e allo stesso tempo orgoglioso di vivere una settimana del genere. Ho deciso di venire io in conferenza oggi, perché sono orgoglioso dei miei compagni e voglio ringraziarli per quello che hanno fatto, e stanno facendo. Ora, però, - ha aggiunto Tedesco – abbiamo la possibilità di fare ancora meglio». Il Palermo, domenica alle 15, scenderà in campo davanti a un Barbera stracolmo, l’arma in più della squadra di Rossi in questo cammino da record. Ne è convinto, ora più che mai, Tedesco. «Una signora l’altro giorno mi ha detto: “Dai che ce la fate”. Io le ho risposto che era più giusto dire “Ce la facciamo”. Domenica non scenderà in campo solo la squadra, ma tutta la città di Palermo». Il Palermo a due giornate dalla fine si gioca un posto in Champions League, e a proposito potremmo dire che il centrocampista palermitano è stato buon profeta in tempi non sospetti. «La scorsa estate, a inizio ritiro, ho detto che questa squadra poteva ambire a questo traguardo, perché sapevo di poter scommettere sul valore di questo gruppo. Certo, avrei anche messo anche la firma – ha continuato Tedesco -, per essere a questo punto a due giornate dal termine». Di fronte, però, domenica ci sarà l’altra finalista agguerrita, la Sampdoria, quarta con due punti di vantaggio sui rosanero e reduce da cinque vittorie consecutive. «Rispettiamo la Samp. È una signora squadra con un grande allenatore. Inoltre, - ha affermato Tedesco - ha giocatori che possono decidere le partite, come Cassano e Pazzini». Già, giocatori che possono decidere le partite. Tedesco è convinto che la partita sarà caratterizzata dal colpo di un campione…«di Miccoli, però», come ha tenuto a precisare con una battuta. Infine, Tedesco riserva due battute sul suo futuro e sull’argomento degli ultimi giorni, ovvero le polemiche sul dopo Lazio-Inter. «Credetemi (rivolgendosi a giornalisti in sala stampa, ndr), in questo momento penso solo a godermi questi ultimi quindici giorni di campionato. Non penso proprio al mio futuro. A fine stagione deciderò con la società». Non è stato un bello spettacolo, invece, quello a cui si è assistito domenica all’Olimpico, secondo il numero 4 rosanero. «Sulla partita hanno già parlato tutti. Io penso solo che questi sono gli episodi che fanno la differenza tra il nostro calcio e quello degli altri paesi».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati