Esenzione ticket, la Cisl pensionati: "Scelta di giustizia sociale"

Il segretario regionale Raffa: “Nella Finanziaria accolta una richiesta del sindacato”

PALERMO. “Quando il governo si muove nella giusta direzione è giusto dargliene atto. E non posso non esprimere la mia soddisfazione per l’abolizione del ticket sulle prestazioni specialistiche di diagnostica per chi ha un reddito inferiore ai 20 mila euro”. Così Carmelo Raffa, segretario regionale della Cisl pensionati in Sicilia commenta il provvedimento inserito nella Finanziaria nel capitolo sanità.
La norma prevede che l'assessore regionale per la Salute, con un apposito decreto da emanare entro 180 giorni, stabilirà le modalità di applicazione della nuova misura. L'esenzione potrà arrivare fino a un massimo di 20.000 di valore Isee; attualmente sono esenti solo coloro che non superano i 9000 Isee.
“Finalmente – aggiunge Raffa – è stata accolta una richiesta del sindacato. Esprimo soddisfazione perché con questo passo si va verso la direzione della giustizia sociale. I poveri non devono pagare e con questa nuova norma non sono più tenuti a farlo. Bisogna ricordare che si trattava di spendere almeno 36 euro di ticket a prestazione”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati