Un lifting per la scuola

Ragazzi e professori dell’istituto comprensivo Renato Guttuso hanno ridipinto le pareti della scuola e creato un’isola ecologica. Un torneo di calcio per raccogliere i fondi

PALERMO. Sempre più spesso si sente parlare di chirurgia antinvecchiamento e la pratica più impiegata sembra essere quella del lifting. A Palermo, i ragazzi dell’istituto comprensivo Renato Guttuso, di Acqua dei Corsari, per non rimanere indietro in fatto di tendenze ma applicarle in modo sano e divertente, si sono sbracciati e hanno deciso di rifare il look alla loro scuola, rendendola più giovane.
Così, una mattina all’insegna dei colori e dei pennelli, è stata dedicata a ridipingere le pareti scrostate e dare un’immagine nuova, fresca e vivace ad aule e corridoi in cui trascorrere le ore di lezione. “Iniziative come questa – commenta la vicepreside Daniela Gemelli – hanno una forte valenza educativa. Servono a sviluppare negli alunni, così come nei genitori ed in tutto il personale scolastico, il senso di appartenenza  all’istituzione scolastica come luogo da tutelare e custodire”.
L’attività di restyling dell’istituto comprensivo Renato Guttuso va, però, oltre la pittura e i colori. Per raccogliere fondi necessari alla realizzazione di questi momenti di aggregazione, i docenti, gli assistenti amministrativi e i collaboratori scolastici hanno sfidato gli alunni sul campo di calcio, con un’iniziativa dal titolo “La scuola nel pallone”. “All’evento hanno partecipato oltre 200 spettatori paganti per consentire, con l’incasso, di tinteggiare il portone di ingresso ed addobbare le aiuole” ha spiegato Daniela Gemelli.
Proprio la realizzazione di alcuni spazi all’interno della scuola è uno degli obiettivi su cui si punta di più: nell’istituto di Acqua dei Corsari è stata, infatti, creata un’isola ecologica, attraverso la piantumazione di piantine grasse, realizza da alunni, professori, genitori e collaboratori scolastici insieme. Se tutto questo dovesse sembrare abbastanza, non la pensa di certo così la vicepreside Daniele Gentile che, insieme ai suoi alunni, annuncia: “E’ soltanto l’inizio di una serie di eventi extrascolastici che permetteranno di raccogliere denaro per abbellire la scuola in un momento in cui l’autofinanziamento rimane l’unica alternativa”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati