Regione, Gentile: "Fondi a chi ristruttura gli alloggi"

Saranno pubblicati entro fine maggio due bandi per incentivare la riqualificazione di abitazioni private. Stanziati oltre 60 milioni di euro

PALERMO. Due bandi per incentivare la ristrutturazione di alloggi: con una dotazione di oltre 60 milioni di euro, saranno pubblicati entro fine maggio. È la scadenza più vicina dell'agenda di Luigi Gentile, assessore alle Infrastrutture, mobilità e Lavori pubblici, che annuncia per lo stesso periodo pure un fondo di rotazione destinato a coprire le spese dei Comuni per la progettazione di opere pubbliche.

Partiamo dall'avviso sui centri storici.
«Dodici milioni e mezzo di euro saranno destinati ad incentivare la ristrutturazione di immobili. Il bando sarà pronto entro fine maggio con una procedura a sportello: le istanze dei privati saranno accolte in base ad un ordine cronologico. Chi volesse ristrutturare un immobile potrà stipulare un mutuo ventennale e fino a 300 mila euro con delle Banche che stiamo selezionando tramite un altro avviso pubblico. Il tasso di interesse sarà agevolato e verrà corrisposto appunto dalla Regione con i fondi disponibili nel bando».

C’è un secondo avviso.
«Sì, quello per la riqualificazione urbana di alloggi da affittare a canone sostenibile. Contiamo di lanciarlo entro un mese e sarà rivolto sia a soggetti pubblici, come i Comuni, che ai privati. Un bando simile nel 2008 ha riscosso numerose adesioni. Allora i fondi disponibili erano 38 milioni, ora ne metteremo in campo 50: 27 saranno di provenienza statale, i restanti 23 ex Gescal. I contributi saranno concessi con l'obbligo, appunto, di affittare quegli alloggi a canone agevolato, cioè circa il 30 per cento in meno rispetto a quello in vigore».

Passiamo al fondo per i progetti.
«Potrà contare su 30 milioni di euro e sarà pronto entro metà maggio. I Comuni - in questa prima fase quelli al di sotto dei trentamila abitanti - potranno fare richiesta di questo contributo per coprire, appunto, alle spese di progettazione relative ad opere pubbliche. Un esborso che spesso non sono in grado di sostenere, da qui l'attivazione di questo fondo di rotazione. Contiamo di estendere poi questo avviso anche ai Comuni con oltre i 30 mila abitanti ed alle Province».

Quanto alle infrastrutture di trasporto?
«Entro fine maggio si concluderà la valutazione di sei progetti relativi ai porti commerciali e con fondi di Agenda 2007: sono disponibili 144 milioni di euro che dovranno essere spesi entro il 2015. Coinvolti i porti di Palermo, Termini Imerese, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle, Messina, Milazzo, Augusta, Pozzallo, Catania e Gela. Inoltre relativamente ai porti turistici in sinergia con l'assessorato al Turismo e in base ad un avviso pubblicato a dicembre stiamo mettendo in campo 140 milioni di euro per la ristrutturazione. La prossima settimana si riunirà la commissione di valutazione delle istanze».

Progetti pure per gli aeroporti?
«Entro fine maggio dovrà essere definito l'accordo di programma quadro con Enac e Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti. Circa 55 milioni di euro serviranno per l'innovazione tecnologica, la sicurezza e il potenziamento delle strutture. I lavori si concluderanno entro il 2014, sono coinvolti gli scali di Palermo, Trapani, Catania e Comiso».

Infine i collegamenti stradali.
«Il prossimo anno l'autostrada Ragusa-Catania andrà in project financing e partirà il secondo lotto di lavori dell’Agrigento-Caltanissetta. Nei prossimi mesi si andrà avanti pure per la Siracusa-Gela e la riqualificazione della Statale Palermo-Agrigento dal bivio Manganaro a Bolognetta».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati