Ragusa, chiude i tre figli in auto: denunciato un tunisino

L'uomo li ha lasciati da soli per andare a firmare in Questura i documenti di una pratica del permesso di soggiorno. Uno dei bimbi giocava con un coltello

RAGUSA. Per andare nella Questura di Ragusa a firmare insieme alla moglie alcuni documenti di una pratica del permesso di soggiorno, un bracciante agricolo tunisino residente a Vittoria ha lasciato i propri figli, di 5, 3 e 2 anni, per lungo tempo chiusi in una automobile parcheggiata nelle vicinanze degli uffici della Polizia, con solamente una fessura dei finestrini aperta. L'uomo è stato denunciato per abbandono di minori. E' accaduto mercoledì scorso ma è stato reso noto oggi. I bambini sono stati liberati intorno alle 11.30 dall'equipaggio di una volante. La polizia è intervenuta mentre il maggiore dei tre bambini stava armeggiando con un coltello con una lama lunga quattro centimetri e con una bomboletta di profumo spray, che gli agenti hanno sequestrato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati