L'agente di Balotelli: "Così non resta all'Inter"

Mino Raiola, rappresentante dell'attaccante nerazzurro, getta benzina sul fuoco dopo l'apparente calma degli ultimi giorni

MILANO. "Così sicuramente non si va avanti, così Mario non resta un altro anno all'Inter, lo posso garantire". Di passaggio in Lega calcio per incontrare alcuni dei dirigenti impegnati in un'assemblea informale dei club di serie A, Mino Raiola ha parlato così del suo assistito, Mario Balotelli, protagonista di un periodo difficile all'Inter e reduce dalla semifinale di Champions League vissuta in panchina. "Balotelli sta aspettando di giocare con l'Inter fino alla fine del campionato, con la speranza di giocare anche nella finale di Champions", ha spiegato Raiola, senza esprimersi sulle chance che l'attaccante resti in nerazzurro: "Mourinho ci ha insegnato che le percentuali contano poco, che il 99,9% vale come uno zero".  Inutile domandare se Balotelli preferisca restare in Italia o un'esperienza all'estero. "La volontà di Balotelli è giocare in santa pace, di avere un po' di gioia alla fine del campionato perché non ne ha avuta molta, ha passato momenti bruttissimi, di grande stress".  Raiola ha tenuto a precisare che "Mario non ce l'ha né con i tifosi né con la squadra, ma è chiaro che i problemi con la società non sono risolti. Non so se e in quanto si possano risolvere. Balotelli - ha proseguito - ha chiesto scusa in modo sincero, ma qualcuno in società non l'ha capito, volutamente". "Avevo promesso di non parlare fino alla partita di Barcellona, ma ho visto che Mourinho martedì ha voluto dire la sua... Adesso credo che dovrò parlare con la società - ha aggiunto il procuratore -. Mourinho è l'artefice delle vittorie di questa squadra, quindi è diventato per noi la persona con cui andare d'accordo. Con Moratti non ci sono mai stati problemi". Secondo Raiola, "Mourinho rappresenta la società e Paolillo (amministratore delegato dell'Inter, ndr) dice di stare sempre dalla parte dell'allenatore: oggi Mourinho e la società sono uniti, e lo trovo logico. Ma se si fa una politica di risultati, io devo difendere gli interessi del mio assistito. Io discuto con la società, poi non so se la società si fa guidare da Mourinho, dipende da Moratti".  Da chiarire sarà anche la valutazione di Balotelli. "Potrebbe valere molto di più della stima attuale - ha spiegato Raiola -, perché non gioca e ancora ha dimostrato poco: deve ancora arrivare a essere uno dei più forti al mondo". Infine il procuratore ha annunciato che l'avvocato di Balotelli agirà contro un'intervista rilasciata da Fabrizio Corona sul rapporto fra lui e l'attaccante. "Corona risponderà davanti al giudice, l'avvocato ha già fatto quello che doveva fare: vedo che Corona si attacca a tutto per avere un po' di pubblicità, è veramente un uomo pietoso - ha detto Raiola -. Dispiace per Mario che viene utilizzato, ma sarà una lezione importante per lui così impara a scegliere la prossima volta chi frequentare".Tra gli assistiti di Raiola c'é anche Zalatan Ibrahimovic, ex interista uscito sconfitto dalla semifinale di Champions contro i nerazzurri. "Ibra non ha rimpianti, ha scelto coscientemente di andare a Barcellona, molto prima che lo sapessero tutti gli altri - ha assicurato l'agente - Ora la stampa spagnola lo critica, ma è normale: quando perdi ti attaccano, poi quando vinci sei il più bravo. Non fa piacere ma a parte del mestiere".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati