Vini, parola di Scienza: "Il Marsala? Ormai è un bluff"

Il presidente del corso di laurea di Viticoltura ed Enologia dell'Università di Milano lo afferma in un'intervista al giornale on line Cronachedigusto.it. "Ormai è un trucco enologico e nient'altro"

MILANO. «Il vino Marsala? È un bluff, tutt'altra cosa rispetto al passato. Io non ci credo più. È un trucco enologico e nient'altro». Lo afferma Attilio Scienza presidente del corso di laurea di Viticoltura ed Enologia dell'Università di Milano in un'intervista al giornale on line Cronachedigusto.it   «Tutti i Marsala dolci vengono fatti con caramello per dare quella sensazione di invecchiato e bruciato. È come fare un vermouth. - osserva - Oramai è un prodotto industriale in cui la base enologica non è più legata al territorio, ad alberelli di 100 anni che fanno grappoli di grillo o cataratto».    «È questo il vino che dovrebbe rispecchiare un territorio, una cultura? Ha perso il carattere - dice - Se dobbiamo pensare a come lo fanno oggi allora perchè non lo realizzano in Svizzera o in Germania? Sarebbe uguale». Per il docente «Bisogna ritornare alla viticoltura, al vigneto, a come si faceva prima».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati