Papadopulo e Di Donato: rosa da quarto posto

I due ex di Siena e Palermo fanno il tifo per il Palermo alla vigilia dello scontro con i toscani

PALERMO. Nella settimana di Siena-Palermo, partita decisiva per le speranze di Champions dei rosanero, parlano due ex di entrambe le squadre. Giuseppe Papadopulo e Daniele Di Donato. Per l’allenatore al momento disoccupato, Siena ha significato tanto. Con lui la squadra è salita in Serie A nel 2003 e l’ha condotta alla salvezza l’anno successiva. Breve, ma intensa, invece, anche l’avventura a Palermo nella stagione 2005/2006, quando subentrò all’allora allenatore Del Neri, proprio il tecnico che ora contende, con la sua Sampdoria, il quarto posto ai rosa. Durò solo pochi mesi la permanenza di Papadopulo nel capoluogo siciliano, ma con lui la squadra ha ottenuto i migliori risultati fino ad ora in Europa. Il Palermo, infatti, in quella stagione arrivò fino agli ottavi di finale prima di essere eliminato dallo Schalke 04, e sfiorò anche la finale di Coppa Italia, fermandosi solo in semifinale con la Roma.
L’esperienza è rimasta comunque nel cuore del tecnico, come dimostrano le sue parole rilasciate in un’intervista di oggi al Giornale di Sicilia. «Auguro di cuore alla società, ai calciatori e a tutto l’ambiente di raggiungere questo quarto posto. La formazione di Rossi è in forma ed è una di quelle che gioca meglio e, dunque, merita la Champions». Per Di Donato, invece, Palermo è una seconda casa. Qui il centrocampista ha vissuto momenti indimenticabili, come la promozione in Serie A nel 2004. Il centrocampista è entrato, grazie alla sua grinta in campo e al suo attaccamento alla maglia, nel cuore dei tifosi palermitani, che gli hanno fatto sentire, invece, la propria vicinanza nel momento più buio del giocatore, quando nel 2003 muore la sua giovane moglie. Proprio nel primo anno del ritorno in Serie A Di Donato lascia Palermo per approdare a Siena, ma oggi non ha dubbi su chi farà il tifo domenica. «A Siena sono stato bene, ma tutti sanno che faccio il tifo per il Palermo. La città – ha aggiunto Di Donato – deve essere orgogliosa di questo gruppo che sta facendo un’annata superlativa». Il resto dell’intervista a Di Donato e Papadopulo è possibile leggerla sulle pagine del Giornale di Sicilia in edicola oggi.


Gi. Le.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati