Messina, si finge bancaria e truffa un'anziana: arrestata

Ad essere finita in manette una donna di 56 anni che ha derubato 3.600 euro ad una signora di 82 con la scusa di dover verificare la presenza di banconote false

MESSINA. Una donna di 56 anni, A.M.G., è stata arrestata dalla polizia a Messina con l'accusa di aver derubato 3.600 euro ad un'anziana di 82 anni fingendo di essere una dipendente di una banca che doveva verificare la presenza di banconote false da 50 euro. Nei suoi confronti gli agenti hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare in carcere con l'accusa di furto. Alla donna gli agenti sono arrivati grazie alle testimonianze di alcuni vicini di casa della vittima. Nei giorni scorsi una donna si era presentata nell'abitazione della vittima chiedendole di farle vedere il denaro. L'anziana aveva preso i soldi da una cassaforte e li aveva consegnati alla donna, che a questo punto aveva fatto finta di telefonare al figlio della vittima, di cui conosceva il nome, dicendogli che tutte le banconote erano false e concordando un appuntamento per il lunedì successivo per ritirare i soldi. Dopo che la donna era andata via l'ottantaduenne si era accorta che nella busta c'erano solamente un banconota da 50 euro ed alcuni ritagli di carta dello stesso formato delle banconote. Dopo aver telefonato al figlio, che le confermò di non aver ricevuto alcuna  telefonata dalla presunta dipendente dell'istituto di credito, l'anziana aveva chiamato la polizia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati