Palermo, accusa marito di abusi sui figli: ora è indagata

La donna, un'insegnante del palermitano, secondo l'accusa sarebbe stata suggestionata da alcuni maghi ed avrebbe escogitato tutto pur di liberarsi del consorte

PALERMO. Ha accusato il marito di avere violentato i tre figli minorenni per anni. Ma dalla lunga istruttoria dibattimentale condotta dai giudici della seconda sezione del tribunale, presieduta da Fabrizio La Cascia, è emerso che la donna, un'insegnate del palermitano, probabilmente suggestionata da alcun maghi a cui si rivolgeva credendo di avere il malocchio, aveva escogitato tutto per liberarsi del consorte. La donna, da teste, è diventata accusata - i giudici hanno trasmesso gli atti alla procura perché proceda per falsa testimonianza- e il marito è stato assolto. I fatti sono del 2000. L'insegnante si rivolse agli inquirenti sostenendo di avere saputo dai figli degli abusi. Le confuse testimonianze dei ragazzi, secondo il consulente del pm suggestionati dalla madre, spinsero la Procura a chiedere l'archiviazione delle indagini, poi riaperte dopo ulteriori esposti. Due dei ragazzi, seppure con titubanze e contraddizioni, al processo hanno confermato le accuse. Un terzo figlio, dopo una conversione religiosa, ha ritrattato tutto. Al processo, inoltre, è emerso il continuo ricorrere della donna a maghi e pratiche esoteriche che avrebbero turbato la serenità della teste influenzandola e inducendola a inventarsi gli abusi per allontanare il marito.  Per i giudici ce ne era abbastanza per l'assoluzione dell'uomo e l'incriminazione della moglie.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati