A Livorno gli etnei troveranno uno stadio vuoto

LIVORNO. Dopo le contestazioni a squadra e società durante la partite e al campo di allenamento, gli ultrà del Livorno hanno deciso di disertare lo stadio domenica, quando la squadra giocherà contro il Catania, invitando anche coloro che occupano gli altri settori a fare altrettanto. Domenica prossima quindi la curva nord del 'Picchi' rischia di rimanere vuota in quella che potrebbe essere l'unica gara nella quale ancora la matematica non condanna gli amaranto alla retrocessione in serie B. I gruppi organizzati hanno infatti diffuso un comunicato nel quale spiegano a chiare lettere che "squadra e società non rappresentano ormai da tanto tempo il carattere e la personalità della città, da sempre guerriera e mai doma". "Il nostro orgoglio - aggiungono gli ultrà - il nostro cuore e i nostri occhi hanno visto abbastanza. Tutto questo grazie a una società mai rispettosa della tifoseria e della città e di una squadra, se così possiamo definirla, senza attributi e voglia di lottare".    Infine i gruppi ultrà della Curva Nord spiegano che "questa squadra non solo non merita il nostro sostegno, ma non merita neppure la nostra presenza allo stadio". E concludono: "Questa squadra e questa società sono senza dignità e non rispecchiano la nostra città. Fuori tutti da Livorno".    Se davvero tutti andranno via solo il futuro lo dirà, ma è possibile che il presidente Spinelli accontenti gli ultrà. Infatti da qualche tempo si sta interessando alla situazione del Perugia, per un eventuale acquisto del club umbro, secondo quanto riferito da fonti molto vicine ad alcuni dirigenti perugini.   

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati