Mafia, ucciso nel Catanese boss del clan Santapaola

Si tratta di Giuseppe Mazzaglia, 50 anni. A sparargli due sicari mentre era a bordo della sua auto a Biancavilla. L'uomo era agli arresti domiciliari

Sicilia, Cronaca

BIANCAVILLA. Il boss Giuseppe Mazzaglia, 50 anni, è stato ucciso con diversi colpi di arma da fuoco nel primo pomeriggio a Biancavilla, nel Catanese. L'uomo era ai vertici dell'omonima cosca legata al clan Santapaola di Catania è stato assassinato mentre si trovava all'interno della propria auto in via Carlo Pisacane. A compiere l'omicidio, che gli investigatori ritengono di chiaro stampo mafioso, sarebbero stati due sicari, uno dei quali armato di fucile caricato a pallettoni che gli ha esploso più colpi al viso da distanza ravvicinata.
Il boss non sarebbe dovuto essere fuori casa quando è stato assassinato perché era agli arresti domiciliari per furto di energia elettrica, un reato che gli era stato contestato nel gennaio scorso. L'ipotesi maggiormente accreditata è che il delitto sia maturato nell'ambito di una spaccatura che si è aperta tra esponenti della criminalità locale.
Mazzaglia in passato è stato arrestato per rapina e spaccio di droga. Le prime contestazioni gli sono state mosse in Germania nel 1983, prima, e nel 1985 dopo. E' stato più volte indagato per associazione mafiosa.
Le indagini  sull'omicidio sono affidate dalla squadra mobile della Questura e sono coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica di Catania.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati