Lo Monaco: "Mihajlovic rimane, Martinez parte"

CATANIA. Una settimana di silenzio stampa, concentrazione ai massimi livelli e prevendita a gonfie vele. Giunto a un passo dalla salvezza anticipata, il Catania vuole completare l'opera nella gara casalinga contro il Siena: un'occasione da non fallire per portarsi a quota 42 e chiudere i conti nello sprint per la permanenza in Serie A.  Mihajlovic e la squadra non parlano, è l'amministratore delegato Pietro Lo Monaco (che Lotito vorrebbe portare alla Lazio) ad incontrare i giornalisti nell'abituale conferenza stampa della vigilia: "Lo scorso anno - ricorda il dirigente etneo - abbiamo terminato la stagione male e in questo campionato siamo ripartiti da quel trend negativo. Oggi il gruppo ha acquisito una mentalità diversa. Abbiamo una squadra che vuole giocarsela alla pari con tutti e la trasferta contro il Milan lo testimonia". "La partita con il Siena è fondamentale - continua Lo Monaco - non solo perché può garantirci la salvezza, ma perché può consentirci di superare un altro esame di maturità. Siamo in evoluzione, c'é ancora da lavorare: la sfida di San Siro è emblematica, sul 2-0 si doveva vincere. La società ha fissato un premio per ogni punto conquistato oltre quota 41, vogliamo finire la stagione al meglio. Affrontiamo un avversario duro, che sul piano del gioco non merita la classifica attuale. Malesani ha svolto un ottimo lavoro. Siamo consapevoli che ci sarà da soffrire, ma noi sappiamo farlo".   Reduce da una trasferta di Argentina, da sempre mercato privilegiato per la società del presidente Pulvirenti, Lo Monaco si sofferma sul futuro dei rossazzurri, a cominciare dalle voci che ipotizzano novità in panchina: "Non so se Mihajlovic abbia ricevuto offerte da altri club - dice il dirigente della squadra siciliana -. A giudicare dal panorama in Serie A, non vedo una società di rango superiore al Catania che in questo momento può avere bisogno di lui. In ogni caso, Zenga docet, credo che il nostro tecnico commetterebbe un errore grave qualora desse peso a eventuali proposte. Inoltre, esiste un contratto che lo lega a noi. Mettiamo fine a questo tormentone: Mihajlovic sarà il nostro tecnico anche nella prossima stagione".   "Abbiamo molte richieste per i nostri ragazzi - rivela Lo Monaco - ci saranno due-tre cessioni, siamo pronti a sostituire chiunque con uomini all'altezza. In Sudamerica avrò visionato almeno 300 giocatori. Martinez? Partirà, tenerlo qui sarebbe come voler fermare il vento. E' chiaro che Jorge andrà via solo di fronte a un'offerta adeguata. Maxi Lopez? Possiamo toglierci molte altre soddisfazioni insieme. Non lo avete ancora visto al top, può migliorare del 30%".  Intanto Mihajlovic ha convocato 20 giocatori per la sfida con il Siena. In difesa rientra Silvestre. Out l'infortunato Martinez e lo squalificato Mascara, si profila un tridente inedito con Maxi Lopez affiancato da Izco e dal ripescato Morimoto. "Considero Morimoto - dice Lo Monaco - uno dei migliori attaccanti d'Europa. E' una bomba ad orologeria, però ha solo 20 anni. Ha pagato gli stenti del gruppo in avvio di stagione, ma è una garanzia per il futuro come lo sono Ledesma, Barrientos e Delvecchio, elementi che nel torneo in corso per varie ragioni non hanno potuto fornire il contributo sperato".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati