Sicilia, Sport

F1, in Cina pioggia e spettacolo: trionfo Button

Alonso sbaglia e poi rimonta: quarto; Massa non va oltre il nono posto. Bene la Mercedes di Rosberg, male Schumi

SHANGHAI. Finisce nel segno di Jenson Button e della McLaren un emozionante Gran Premio di Cina condizionato dall'inizio alla fine dall'intermittenza della pioggia. Così, così le Ferrari che sbagliano a cambiare subito le gomme, con Fernando Alonso che anticipa la partenza e viene punito con un drive throught, rimonta e termina quarto, e Felipe Massa che non va oltre il nono posto con l'unica soddisfazione d'aver sorpassato poco prima della bandiera a scacchi l'ex compagno di squadra Michael Schumacher.
Un sette volte campione del mondo apparso sempre più appannato e costretto a vedere di nuovo sul podio l'altro tedesco alla Mercedes Nico Rosberg, anche in testa alla gara nei primi. Bella prova di Lewis Hamilton finito secondo dietro al compagno di squadra e nuovo leader del Mondiale: per l'inglese, primo pilota di colore della storia della Formula 1, però resta l'incognita dell'indagine dei commissari Fia per il sorpasso e contro sorpasso in entrata e in uscita dai box con la Red Bull di Sebastian Vettel.
Pronti via ed è subito pioggia, ma a singhiozzo: comincia un valzer di cambi di gomme, sorpassi ed incidenti che costringono all'ingresso della safety-car. Al semaforo verde Alonso brucia con la sua Ferrari le due Red Bull e balza nettamente in testa alla seconda curva, quando un incidente alla Force India di Adrian Sutil provoca la prima entrata in pista della safety car. I replay della tv non lasciano spazio a dubbi: Fernando ha anticipato la partenza e viene penalizzato con un drive-throught (un passaggio obbligato dalla pit lane) e precipita in 14esima posizione. Ne approfitta Rosberg, che decide di non cambiare le gomme, e va in testa con la sua Mercedes davanti alla McLaren del campione del mondo Jenson Button. Le Ferrari decidono invece di sostituire le gomme e Felipe Massa si ritrova 13esimo davanti al suo compagno di squadra spagnolo. Pagano dazio anche le due Red Bull che partite in prima fila sbagliano strategia e perdono posizioni.  
Ricomincia a piovere, in pista e in pit lane succede di tutto: la Red Bull di Vettel sfiora la McLaren di Hamilton, che sbanda prima di ripartire a razzo e la Fia annuncia che indagherà su quanto accaduto. In entrata ai box Massa finisce largo e viene superato dal compagno che comincia così la sua rimonta.
Insieme alla pioggia torna la safety-car a causa dei pezzi lasciati in pista dalla Toro Rosso di Alguersuari che rompe il musetto: bene per chi ha sbagliato strategia in avvio e come la Ferrari può vedere i distacchi ridursi di colpo. Ma ad approfittare della situazione è soprattutto Button che con la sua McLaren sorpassa la Mercedes di Rosberg e non molla più il primo posto fino alla fine. Risale posizioni su posizioni anche l'altra McLaren di Hamilton che nonostante il cambio gomme errato in avvio riesce a terminare in seconda posizione firmando una doppietta che per le Frecce D'Argento vale il primato in entrambi i campionati. Ancora una brutta gara per Schumacher che delude le attese dei suoi tanti tifosi dagli occhi a mandorla e alla fine deve inchinarsi anche a Massa, suo ex compagno dei bei tempi alla Ferrari. Tempi che sembrano oggi sempre più sbiaditi e non solo per la pioggia che ha messo ancora più in luce le difficoltà dell'ex campionissimo che sul bagnato era il più forte di tutti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati