Cinquecento metri di rete da pesca sequestrati a Marsala

MARSALA. La Guardia Costiera di Marsala ha scoperto e sequestrato nelle acque della riserva naturale marina dello Stagnone una rete 'da posta' lunga circa 500 metri. I pesci, ancora vivi, rimasti impigliati sono stati rigettati in mare. Nel corso dell'operazione è stato individuato il proprietario della rete, un pescatore sportivo locale, sanzionato con una multa di duemila euro. All'interno della riserva naturale dello Stagnone è vietato l'utilizzo di attrezzi da pesca professionali. E ciò per evitare l'impoverimento delle risorse ittiche. "Contro questa e le altre condotte illecite che arrecano pesanti danni al delicatissimo ecosistema marino protetto - si legge in una nota dell'ufficio circondariale marittimo di Marsala - continuerà l'azione di vigilanza della Guardia Costiera"

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati