Palermo, cominciato l’interrogatorio di Lombardo su Liga

Al centro dell'interrogatorio i rapporti tra il governatore e l'Architetto. Il presidente della Regione viene sentito come persona informata dei fatti

PALERMO. È appena cominciato, al palazzo di giustizia di Palermo, l'interrogatorio del governatore siciliano Raffaele Lombardo. Il presidente della Regione viene sentito come persona informata dei fatti dal procuratore Francesco Messineo, dall'aggiunto Antonio Ingroia e dal pm della Dda Francesco del Bene.
È stato lo stesso Lombardo a chiedere di essere sentito dai magistrati. Al centro dell'interrogatorio i rapporti tra il governatore e l'architetto Giuseppe Liga, considerato il successore dei boss Lo Piccolo alla guida del mandamento mafioso di San Lorenzo. Dall'inchiesta che ha portato all'arresto di Liga è emerso che il presunto capomafia, che all'epoca era segretario del Movimento Cristiano Lavoratori, incontrò Lombardo nella sede della Presidenza della Regione prima delle Europee. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati