F1, Cina: nelle libere Alonso rompe di nuovo il motore

Il pilota spagnolo, dopo Sepang, rimane a piedi per la rottura del propulsore. "Ma non c'è da preoccuparsi", dice. Intanto Hamilton e le Red Bull volano

SHANGAI. Dal celebre "zero tituli" di José Mourinho allo "zero preoccupazioni" di Fernando Alonso e Felipe Massa. La parabola del tecnico dell'Inter sembra far proseliti anche alla Ferrari dove entrambi i piloti non appaiono dolersi più di tanto per le ripetute defaillance del propulsore della F10. Dopo il guaio alla fine del Gp della Malaysia anche oggi, nelle prime libere in vista del Gran Premio di Cina, il motore già usato in Bahrain del pilota spagnolo è andato ko. In una sessione dominata in assoluto dalla McLaren (miglior tempo per Lewis Hamilton, terzo Jenson Button nel pomeriggio) e dalla Mercedes (secondo Nico Rosberg, quarto Michael Schumacher).     Nella seconda sessione delle libere sul circuito di Shanghai altri sei piloti tra cui Sebastian Vettel (quinto) hanno segnato tempi migliori di quelli delle Rosse, che sono finite al decimo e all'undicesimo posto. "A nessuno piace rompere un motore ma come abbiamo detto più volte a Bahrain abbiamo avuto problemi a due motori e abbiamo cominciato ad usarli il venerdì, sapendo che un rischio c'era...sapevamo che era possibile un guasto, magari a Barcellona, ma i motori del venerdì fanno sempre più chilometri degli altri e se uno si guasta non è la fine del mondo". "Quelli che useremo sabato e domenica e poi per tutto il campionato - ha proseguito lo spagnolo - rimangono quelli del piano originario che avevamo a gennaio, quindi tutto sotto controllo...speriamo". "Finora ho usato tre motori, che più o meno è la media degli altri...vedremo chi usa per primo il quarto...".  Felipe Massa, undicesimo miglior tempo subito dietro al suo compagno di squadra, è della stessa opinione. "E' stata una buona giornata - ha sostenuto il brasiliano, che guida con 39 punti la classifica piloti - abbiamo fatto molte prove...e abbiamo visto che ci sono molte squadre forti". "Il problema é iniziato a Bahrain a causa della temperatura e sapevamo che ci poteva essere un problema...é un po' la direzione nella quale lavoriamo sempre il venerdì, le cose sono andate così anche nelle gare che abbiamo vinto". Alonso si augura che la pista domenica sia asciutta anche se le previsioni "sono così così". Dopo qualche giorno di freddo invernale a Shanghai oggi il cielo era azzurro e la temperatura normalmente primaverile, ma per domenica si prevede la pioggia. I due piloti sono d' accordo anche sulla necessità di fare domani una buona qualificazione "nelle prime due file, assolutamente", dice Fernando. "Noi rimaniamo calmi e ottimisti e pensiamo che qui a Shanghai la Ferrari possa essere molto competitiva...". "Non credo - ha proseguito - che ci sia il rischio che Schumacher inizi da qui un nuovo campionato, la Mercedes ha un programma diverso dalle altre squadre, loro lavorano molto il venerdì...". Per Massa "i rapporti di forza sono gli stessi che nelle altre gare, dobbiamo essere sempre lì a lottare, anche se oggi la Mercedes è migliorata un po'...".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati