Lazio-Roma si giocherà alle 18,30

L'orario scelto permetterà di non sovrapporre le trasmissioni della Seria A in chiaro con il derby. Anche se non è difficile immaginare che per chi detiene i diritti in pay-tv quello delle 20.45 era l'orario ideale per facilitare la visione della partita agli abbonati

ROMA. Le 18 no, ma le 18.30 sì. Un compromesso si doveva trovare tra le necessità di giocare Lazio-Roma con la luce per motivi di sicurezza, le esigenze televisive e quelle delle squadre ed un compromesso è stato trovato. E così il derby della capitale decisivo per le speranze di scudetto dei giallorossi e importante per la quota salvezza dei cugini biancocelesti si giocherà sul far della sera per motivi di ordine pubblico. Lo ha deciso il prefetto di Roma, dopo aver invitato la Lega a spostare la gara e ad aver incassato un gentile rifiuto: "decide il Prefetto", ha detto ieri mattina Beretta.  
E in effetti è stato Giuseppe Pecoraro, il prefetto, a prendere l'ultima decisione, evitando l'orario previsto delle 20,45 per questioni di sicurezza. D'intesa con la Lega Calcio è stato scelto l'orario delle 18:30 che permetterà "una migliore attuazione del dispositivo di sicurezza". L'orario scelto permetterà poi di non sovrapporre le trasmissione della Seria A in chiaro con il derby. Anche se non è difficile immaginare che per chi detiene i diritti in pay-tv quello delle 20.45 era l'orario ideale per facilitare la visione della partita agli abbonati.
Sensibili alle esigenze della sicurezza e dell'ordine pubblico entrambe le società. "Massima disponibilità e rispetto delle scelte  delle autorità - ha detto per conto della Roma,  Gianpaolo Montali - Eravamo in attesa dell'ufficialità e siamo sempre stati a disposizione delle autorità competenti. Quindi rispettiamo la decisione presa soprattutto visto che si tratta di questioni di sicurezza". Come Montali anche il presidente della Lazio Claudio Lotito è favorevole alla decisione di anticipare Lazio-Roma: "'Condivido quanto deciso autonomamente dal prefetto. Una decisione presa per motivi di sicurezza e per invogliare anche le famiglie a venire allo stadio in un orario più congruo. Alle 18:30 - spiega il n.1 biancoceleste - c'é la luce del sole e c'é maggiore tranquillità. Il buio è sempre indice di insicurezza".
"Speriamo - si augura Lotito - sia una grande festa all'insegna dei valori dello sport e dello spettacolo e che  prevalga il senso di responsabilità da parte degli spettatori e il rispetto delle regole e della legalità. Speriamo - chiude il presidente della Lazio - trionfi la voglia di divertirsi da parte di tutti".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati