Palermo, morte sub: assolto istruttore

PALERMO. Angelo Albanese, istruttore di un diving center di Sferracavallo è stato assolto dall'accusa di omicidio colposo.  Il processo riguardava il decesso di Amalia Corselli D'Ondes, una sub di 27 anni morta nel 2005 durante un'immersione nel mare di Ustica. Secondo l'accusa, l'imputato aveva rilasciato alla vittima i brevetti per scendere a profondità inferiori ai 30 metri senza richiedere le necessarie visite mediche. Si scoprì dopo il decesso che la vittima soffriva di una patologia cardiaca. I legali della difesa, Umberto Seminara e Ines Trapani, hanno sostenuto che si trattava di attività ricreative e non agonistiche per le quali serviva il solo certificato di sana e robusta costituzione, anche perché neppure un eventuale elettrocardiogramma avrebbe consentito di scoprire la patologia di cui soffriva la sub. La sentenza è del giudice per l'udienza preliminare Giuseppe Sgadari. Per quattro volte lo stesso pubblico ministero aveva chiesto l'archiviazione. Alla fine il gip aveva deciso per l'imputazione coatta

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati