Calciopoli, Moggi si difende: "Trascrivere altre 75 telefonate"

Il pm ha precisato che la Procura non si oppone all'acquisizione "in modo che possono essere riportate fedelmente e potremo così ragionare su dati veritieri"

NAPOLI. E' stata rinviata al 20 aprile l'udienza del processo su Calciopoli in corso a Napoli. In quella data sarà ascoltato come teste l'allenatore del Chelsea Carlo Ancelotti. Tra le telefonate trascritte dalla difesa di Moggi che ne ha chiesto l'acquisizione al Tribunale di Napoli vi è anche una telefonata di condoglianze all'ex presidente dell'Inter, Giacinto Facchetti, per la morte della sorella, nonché una telefonata che Bergamo fa a un dirigente del Bologna per ottenere un numero di telefono dell'allenatore Mazzone richiestogli da un giornalista. E' quanto ha sottolineato il pubblico ministero Giuseppe Narducci in chiusura della udienza del processo di Calciopoli. Il pm ha comunque precisato che la Procura non si oppone all'acquisizione "in modo che possono essere vivaddio trascritte fedelmente e potremo così ragionare su dati veritieri". Mentre un gruppo di tifosi juventini, provenienti dalla provincia manifestava con striscioni davanti alla sede del Tribunale di Napoli, in Aula la difesa dell'ex dg della Juve, Luciano Moggi, principale imputato di Calciopoli, ha chiesto alla nona sezione del Tribunale la trascrizione di 75 telefonate ritenute 'inedite' ed esaminate dai propri consulenti.  Secondo quanto affermato da uno dei legali di Moggi, Paolo Trofino, anche l'allora presidente dell'Inter, Giacinto Facchetti, parlava di griglie arbitrali. E' quanto emerso da una domanda che l'avvocato ha rivolto al colonnello dei carabinieri, Attilio Auricchio, che ha condotto le indagini su Calciopoli.  L'avvocato Trofino ha citato una telefonata, che non appartiene a quelle già trascritte e contenute nelle informative, del 26 novembre 2004 in cui il dirigente nerazzurro conversa con l'ex designatore Paolo Bergamo e nelle quali lo stesso Facchetti chiedeva di inserire nella griglia arbitrale l'internazionale Pierluigi Collina. "La conversazione tra Bergamo e Facchetti - ha replicato Auricchio - è stata registrata e trascritta ma non è nell'informativa perché non é stata considerata investigativamente utile" L'aula 216, dove si svolge l'udienza, è gremita di giornalisti e fotoreporter. Tra gli imputati presenti ci sono l'ex designatore degli arbitri, Pierluigi Pairetto, e le ex giacchette nere De Santis e Bertini.  Dal canto suo Luciano Moggi non ha rilasciato dichiarazioni. "Non parlo - ha detto - oggi parleranno solo i miei avvocati. E poi - ha aggiunto scherzando - oggi ho un po' di raucedine e non posso sforzare la gola". 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati