Videopoker e droga, così la mafia ricicla i soldi

Il nuovo pentito Manuele Pasta ricostruisce la mappa dei finanziamenti di Cosa Nostra. E conferma: Liga è il vero capo

Sicilia, Cronaca

PALERMO. I soldi della mafia vengono ripuliti attraverso la rete delle scommesse. Manuel Pasta, il nuovo pentito di Cosa nostra che in questi giorni sta parlando con i magistrati di Palermo e nei giorni scorsi ha reso possibile l’arresto di Mario Napoli, Carlo Giannusa e Andrea Quatrosi, considerato il nuovo reggente di Resuttana, ricostruisce i canali di finanziamento di Cosa nostra, come scrive il Giornale di Sicilia in edicola oggi (11 aprile). Il racket, naturalmente, il traffico di stupefacenti e poi le scommesse. Già, perché la mafia si finanzia anche grazie alle macchinette mangiasoldi, ai video poker di cui sono pieni tanti locali.
Ma non è tutto, perché Pasta nelle sue rivelazioni ai giudici di Palermo parla anche di Giuseppe Liga, l’Architetto, che indica come il vero capo, l’unico erede dei Lo Piccolo nella gestione del potere e degli affari.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati