Esce dai domiciliari, si ubriaca e provoca una rissa: arrestato

Un diciannovenne per festeggiare la libertà alza il gomito e provoca una rissa con un extracomunitario, "colpevole" secondo lui di aver palpeggiato la sua ragazza

PALERMO. Era uscito da poco dagli arresti domiciliari e voleva festeggiare. L’alcol purtroppo gli ha fatto un brutto scherzo, tanto da provocare una rissa con un extracomunitario, “accusato” dal ragazzo di aver palpeggiato la sua fidanzata. E’ finito così di nuovo in manette un diciannovenne palermitano, ritenuto responsabile del reato di resistenza e lesione in concorso con il fratello minore. Gli agenti della polizia, dopo alcune segnalazioni, si sono recati in via Croce Rossa, notando due giovani che con violenza si scagliavano contro una persona scaraventandolo a terra e infierendo con calci e pugni. Riportata la calma, il giovane ha riferito agli agenti che la sua violenta reazione era dovuta a un presunto palpeggiamento compiuto dall'extracomunitario nei confronti della propria fidanzata che sarebbe avvenuto sull'autobus.  La ragazza però ha ridimensionato la cosa, dicendo di essere stata solo sfiorata dall’extracomunitario, per di più in maniera del tutto casuale. Il giovane e' stato arrestato e il fratello minore  indagato in stato di liberta'. L’extracomunitario è stato medicato dal 118.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati