Rossi: riprendiamo la corsa Champions

Il tecnico rosanero sicuro dopo Catania: "Non sbagliamo mai due volte di fila". I risultati delle avversarie? "Non li guardo, tutto dipende da noi"

PALERMO. Resettare. È stato questo il verbo più utilizzato, questa settimana, dopo il derby di Catania. A pronunciarlo per primo negli spogliatoi del Massimino, è stato Delio Rossi, che oggi, in conferenza stampa a Boccadifalco, ha spiegato come la squadra ha rimesso a posto i circuiti inceppati a Catania, per intraprendere il rush finale, che comincia domani contro il Chievo. «Ho visto la squadra dispiaciuta dopo il derby, ma allo stesso tempo con tanta voglia di continuare la corsa. Mi rassicura il fatto – ha aggiunto Rossi – che questa squadra non ha sbagliato mai due volte di fila».
Proprio col Chiedo era cominciata l’avventura del tecnico romagnolo sulla panchina del Palermo in campionato, dopo l’antipasto al Barbera contro la Reggina in Coppa Italia. Probabilmente, in quel momento, era difficile pensare a un Palermo in questa posizione di classifica oggi a sei gare dal termine della stagione. «Non me lo aspettavo, però, diciamo che mi auguravo di giocarmi qualcosa di così importante, dopo così poco tempo di lavoro», ammette l’allenatore. La sconfitta di Catania, invece, non ha intaccato l’umore di Rossi, che ha rassicurato tutti, dicendo che la squadra sta molto bene. E non ci sarà nessun pericolo, secondo il tecnico, che ai giocatori possano tremare le gambe da qui alla fine per la paura di giocarsi un obiettivo importante come la qualificazione in Champions. «La squadra ha dimostrato personalità fino ad ora. Non vedo perché non debba continuare a farlo fino alla fine. Abbiamo fatto trenta, facciamo trentuno». Delio Rossi, inoltre, è convinto che questo rischio non lo corrano nemmeno i più giovani, ai quali le pressioni possono tirare brutti scherzi. «Se fanno parte del Palermo, devono essere pronti. Anzi, la loro incoscienza può esserci utile. Inoltre, mi aspetto che chi ha più esperienza ed è abituato a giocarsi traguardi del genere trasmetta tranquillità ai più giovani». In queste ultime sei partite il Palermo sarà artefice del suo destino, e Rossi lo ripete più volte nel corso della conferenza stampa. Ecco, perché il Palermo non cambierà approccio alle gare, a seconda dei risultati delle direte concorrenti al quarto posto. «Tutto dipende da noi. Per quanto riguarda le nostre avversarie, non guardo neanche gli altri risultati e, dunque, facessero ciò che vogliono », ha concluso Rossi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati