Goian recupera per il Chievo

Il difensore rumeno sostituirà Bovo ancora fuori per infortunio. In attacco tentazione Hernandez

PALERMO. Goian sì, Bovo no. Il difensore romano non ha ancora recuperato e non è stato convocato per la partita di domani contro il Chievo. Al suo posto sarà impiegato ancora una volta Goian, anche lui in dubbio fino a ieri per un infortunio subito nel derby.
A proposito del difensore rumeno, protagonista in negativo nel match col Catania, Delio Rossi ha speso alcune parole nel corso della conferenza stampa di oggi a Boccadifalco. «Con lui ho parlato, ma non più di tanto, perché in questi casi basta guardarsi negli occhi». Domani arriverà al Barbera il Chievo, decimato dalle assenze per infortuni e squalifiche, ma a riguardo il tecnico rosanero fa una battuta. «Io devo pensare alle mie assenze. Mi sembra che da qualche partita manchino giocatori importanti». Rossi non risparmia la sua ironia anche quando commenta le parole del tecnico avversario di domani, Domenico Di Carlo, che ha parlato di un Chievo non ancora salvo. «L’aritmetica dice che il Chievo non è ancora salvo. Ma Di Carlo sa che sono salvi». Invece, con difesa e centrocampo che dovrebbero essere tali e quali a quelli schierati nel derby, l’unico dubbio per Rossi potrebbe riguardare l’impiego di Hernandez in attacco. «L’uruguaiano in campo dal primo minuto? Ci sto pensando. In ogni caso in attacco ho quattro attaccanti e una situazione da dover gestire bene, perché Budan ha qualche problemino. Comunque, da qui alla fine – ha aggiunto Rossi - avrò bisogno di chi ha giocato di meno fino ad ora». L’unica cosa certa, però, per il tecnico rosanero, è che non c’è bisogno di fare stravolgimenti di modulo. «Tre punte domani? Si può fare di tutto nel calcio, ma non mi piacciono le improvvisazioni. Se le cose sono andate discretamente bene in un modo, non vedo perché cambiarle».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati