Ragusa, proteste per il progetto della discarica di amianto

Raccolte già più di duemila firma in una petizione, consegnata al vice prefetto vicario Donatella Ferrera, dai portavoce del comitato. I cittadini preoccupati per le conseguenze sulla salute

RAGUSA. Una petizione con 2 mila firme contro la realizzazione di una discarica di amianto in contrada "Buttino-Puntarazzi" è stata consegnata al vice prefetto vicario di Ragusa, Donatella Ferrera, dai portavoce di un comitato. Il progetto di costruzione dell'impianto è promosso dalla Medi costruzioni srl che in contrada Puntarazzi gestisce una discarica di inerti.  Il comitato, presente all'incontro con una delegazione di otto persone, ha chiesto alla prefettura di inviare una nota alla Regione per bloccare le autorizzazioni, poiché gli oltre 2 mila abitanti della zona sono molto preoccupati per le conseguenze alla salute e all'ambiente. La delegazione ha annunciato proteste eclatanti nel caso in cui l'iter del progetto dovesse andare avanti. La vicenda è oggetto anche di un procedimento dinanzi al Tribunale di Ragusa che ha nominato due periti per accertare se allo stato nella discarica in esercizio siano conferiti materiali diversi dagli inerti. L'udienza per le risultanze delle perizie è stata fissata il 19 aprile.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati