Anziana uccisa a Catania, sospetti concentrati su un giovane

Rilasciati i due minorenni, il diciannovenne invece avrebbe fatto parziali ammissioni dul delitto. La Procura starebbe valutando il suo arresto

CATANIA. Si concentrano soltanto su uno dei tre sospettati, un diciannovenne che abita nella zona, le attenzioni della squadra mobile di Catania che indaga sull'uccisione della pensionata di 71 anni, Maria La Spina, assassinata nella sua abitazione nel rione Picanello.    
I due minorenni, di 15 e 17 anni, che erano stati condotti in Questura, come persone informate sui fatti, sono stati  rilasciati e riconsegnati ai loro genitori. Secondo la polizia sarebbero estranei all'omicidio.   
Resta ancora un 'giallo' il movente del delitto. Secondo quanto si è appreso il diciannovenne avrebbe fatto parziali ammissioni di colpa e per questo la Procura starebbe valutando il suo arresto per omicidio.     
Chiarita parzialmente la dinamica dell'uccisione della pensionata, che sarebbe stata colpita alla testa con un ferro da stiro, resta ancora irrisolto il movente: quello che sembrava un uccisione come una rappresaglia per dei rimproveri ai dei giovani della zona potrebbe essere stato invece un tentativo di rapina andato a male.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati