Favignana, recuperati i cadaveri dei due fratelli

I corpi di Francesco e Leonardo Sammartano sono stati trovati nei pressi di due lidi, uno a Trapani e uno a Valderice. I due erano andati a pescare su una barca in vetroresina. Il sindaco: "Lutto cittadino"

TRAPANI. Il cadavere di Francesco Sammartano, 30 anni, uno dei due fratelli dispersi da due giorni nel mare davanti a Favignana, è stato recuperato ieri mattina sul lido di Valderice, a 15 chilometri da Trapani. Il corpo è stato trovato dagli abitanti della zona che hanno avvertito i carabinieri.  Sul fondale davanti l'isola erano stati trovati i resti della barca. Di sera il mare ha restituito anche il corpo di Leonardo Sammartano, 32 anni, annegato la notte di Pasqua a largo dell'isola di Favignana assieme al fratello Francesco, 30 anni. Il cadavere è stato avvistato nelle acque antistanti il lungomare Dante Alighieri di Trapani ed è stato identificato dai carabinieri.  Leonardo Sammartano, pescatore professionista, residente a Procida, era venuto con la famiglia (moglie e due figli) a trascorrere le vacanze di Pasqua nella sua terra. Con il fratello aveva deciso di compiere una battuta di pesca, divenuta fatale per entrambi.



l sindaco di Favignana, Lucio Antinoro, ha proclamato per oggi, dalle 10 alle 13, il lutto cittadino per la sciagura in mare del giorno di Pasqua. "Di fronte alle tragedie tutti ci chiediamo se si poteva fare di più", ha detto il sindaco dell'arcipelago delle Egadi. Antinoro, tuttavia, dopo che nell'immediatezza dei fatti aveva rimarcato "la mancanza di una efficace macchina dei soccorsi", ha puntualizzato che "gli uomini che si sono impegnati non si sono risparmiati e a questi va la mia profonda riconoscenza".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati