Droga fra Catania e Messina: 25 arresti

L’operazione, battezzata “Stangata”, ha interessato anche Caltanissetta e Bari. Al centro dell’inchiesta il trafficante Francesco Ballarò

MESSINA. Blitz antidroga dei carabinieri fra Messina, Catania, Caltanissetta e Bari. Venticinque le persone coinvolte (16 libere sono finite in carcere, a 5 sono stati concessi i domiciliari, altri 4 erano pregiudicati già detenuti) nell’operazione portata avanti dai carabinieri del comando provinciale di Messina nell'operazione "Stangata", cento i militari impegnati aiutati dalle Unità cinofile.
Le indagini, condotte dal Nucleo investigativo del Reparto operativo e dirette dalla Dda, erano state avviate tre anni fa quando, nel 2007, nell'ambito di un'altra operazione era
emersa la figura di un nuovo trafficante di droga. Si è puntato su questo individuo per risalire a due gruppi che spacciavano nella zona centrale di Messina e nel quartiere Giostra, un’altra organizzazione gestiva la “piazza” di Catania a cui i messinesi si rivolgevano per approvvigionarsi di droga.
Il punto di riferimento delle due bande che spacciavano cocaina, eroina e hashish era Francesco Ballarò (condannato a 11 anni di reclusione col rito abbreviato lo scorso 13 gennaio) era proprio lui l’uomo che faceva da collegamento rifornendosi a Catania dal terzo gruppo colpito nell'operazione della notte scorsa, i "Cuscani", una inchiesta collegata all'operazione "Officina" per la quale con Ballarò sono stati già condannati altri 13 trafficanti di droga.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati