Prova a rapinare un ristorante, ma il titolare reagisce e lo picchia

Colpo fallito la scorsa notte a Catania. Andrea Luca Di Mauro, inseguito dal proprietario del locale e dal figlio, è stato malmenato. Per lui contusioni, ferite e l'inevitabile arresto

CATANIA. Tentativo di rapina andato a male la notte scorsa a Catania per un rapinatore solitario che non solo non è riuscito a fuggire con un bottino, ma è stato malmenato dal titolare di un ristorante nel quale, armato, aveva fatto irruzione. L'autore, Andrea Luca Di Mauro, di 28 anni, ha riportato ferite e traumi giudicati guaribili in 30 giorni ed è stato arrestato dai carabinieri per tentativo di rapina aggravata e lesioni.
Di Mauro ha fatto irruzione nel locale, in quel momento poco frequentato, intorno alle 22, indossando una calzamaglia e un casco integrale da motociclista e armato di una pistola, poi risultata un'arma giocattolo priva del tappo rosso. Ha intimato al titolare, un uomo di 54 anni di consegnargli il denaro, ma questi, nonostante minacciato con l'arma, ha reagito scagliandosi contro il malvivente e ingaggiando con lui una violenta colluttazione durante la quale gli ha fatto perdere casco e calzamaglia. Di Mauro si è divincolato e ha tentato di fuggire ma è stato inseguito dal titolare e dal figlio di quest'ultimo, che l'hanno bloccato fino all'arrivo dei carabinieri. Di Mauro ha dovuto far ricorso alle cure del Pronto Soccorso dell'Ospedale Vittorio Emanuele per la frattura del setto nasale, contusioni a una spalla e a un polso ed escoriazioni in viarie parti del corpo, prima di essere rinchiuso nel carcere di piazza Lanza. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati