Mafia tra Usa e Sicilia, il pm: 35 anni di carcere per boss e gregari

Nell'ambito del processo Old Bridge, la pena più alta è stata chiesta per Salvatore Adelfio (nove anni). Sette anni e quattro mesi per Gianni Nicchi

PALERMO. Il pm della Dda di Palermo, Francesca Mazzocco, ha chiesto la condanna a oltre 35 anni di carcere di cinque tra boss e gregari di Cosa nostra accusati di associazione mafiosa, estorsione e corruzione nell'ambito del processo denominato Old Bridge, nato da una maxi inchiesta congiunta della polizia e dell'Fbi sui collegamenti tra Cosa nostra siciliana e quella americana.    
La pena più alta (9 anni) è stata chiesta per Salvatore Adelfio. Il magistrato ha inoltre chiesto 8 anni per Melchiorre Guglielmini, 7 anni e 4 mesi per il boss Gianni Nicchi, 7 per Salvatore Parisi e 4 per Angelo Di Simone. Quest'ultimo avrebbe corrotto un finanziere per avere informazioni mirate a fare investimenti nelle macchinette videopoker.    
Il processo Old Bridge ha altri due tronconi: uno in fase d'appello, l'altro davanti alla corte d'assise.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati