Finale di coppa Italia: pari tra i rosa e il Milan

Finisce 1-1 il match di andata. Ottomila spettatori al Barbera per i ragazzi di Pergolizzi che dopo aver subito il gol di Zigoni hanno raddrizzato la gara con Giovio. Mbakogu fallisce un rigore

PALERMO. Tutto rimandato al ritorno in casa del Milan. Termina 1-1 l’andata della finale di Coppa Italia Primavera tra Palermo e Milan, un risultato che lascia aperte le porte a qualsiasi possibilità in vista della gara di ritorno a Milano, con il Milan che partirà con un piccolo vantaggio per avere segnato un gol in trasferta.
Partita piacevole, con Giovio e Mbakogu che sfiorano il vantaggio nella prima frazione. Davanti a circa ottomila spettatori, però, le emozioni più forti arrivano tutte nel secondo tempo. È il Palermo a fare la partita per trovare la via del gol, ma al 63’ arriva la doccia gelata per i baby rosanero. È Zigoni (quest’estate vicino a vestire la maglia del Palermo), infatti, con una bella azione personale a mettere alle spalle del portiere rosa Caroppo e a segnare lo 0-1. La formazione di Pergolizzi sembra tramortita, ma cinque minuti dopo arriva il pari, firmato dal bomber Giovio, che si infila tra i centrali di difesa e mette in rete con un delicato tocco di esterno destro. Palla al centro ed è ancora Giovio, un minuto dopo la sua segnatura, a procurarsi un rigore. Nell’occasione, però, il portiere rossonero Donnarumma frana sul numero 9 rosanero e viene espulso. Lo scontro aereo è terribile e Giovio perderà i sensi. Portato all’ospedale di Villa Sofia, l’attaccante ha passato la notte in ospedale, dopo aver effettuato una Tac che fortunatamente ha dato esito negativo. Le sue condizioni verranno valutate oggi. Il suo sacrificio, però, è servito a poco, perché dal dischetto Mbakogu calcia centrale e il secondo portiere Perucchini respinge col piede. Inutili il forcing finale dei baby rosanero negli ultimi minuti in undici contro dieci. Finisce 1-1, con i giocatori rossoneri che esultano a metà campo, coscienti di avere raggiunto un risultato importante sul campo dei campioni d’Italia.
«Ci è andata bene», dirà alla fine l’allenatore del Milan Primavera ed ex giocatore rossonero, Giovanni Stroppa. È rammaricato, invece, per alcune occasioni sciupate Pergolizzi, ma fa i complimenti ai suoi e dà appuntamento al ritorno. «Il risultato è aperto e ci dà fiducia per il match di ritorno».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati