Maiello a Palermo con il "linguaggio della resa"

Incontro al Mondadori Multicenter con uno dei protagonisti dell'ultima edizione del festival di Sanremo, che ha presentato il suo ultimo album

PALERMO. Prosegue la serie di incontri con i protagonisti di Sanremo organizzati dalla Mondadori Multicenter. Dopo Marco Mengoni, i Sonohra e Simone Cristicchi è stato Tony Maiello, reduce del successo al 60esimo festival della canzone italiana,  a presentare il suo ultimo album “Il linguaggio della resa”. Molti i teenagers che non  si son fatti sfuggire l’appuntamento e muniti di macchine fotografiche e cd da autografare, aspettavano intrepidi  l’arrivo del giovane cantante che non si è fatto attendere a lungo. Il neovincitore nella categoria “Nuova Generazione” di Sanremo, un po’ emozionato e molto affabile con la platea ha dimostrato, aldilà del successo, d’essere un ragazzo di soli 21 anni, parlando del suo ultimo lavoro. "Il nuovo disco “Il linguaggio della resa” è  il prodotto di una crescita professionale che dura ormai da due anni, ho voluto parlare del sentimento che nasce in ognuno di noi quando riceviamo una delusione dalla vita e molto spesso cerchiamo di  nascondere la consapevolezza d’esser stati sconfitti, rifugiandoci nel silenzio. Nell’album mi concentro di più sul tema dell’amore perché l’amore è al centro delle relazioni di ogni persona e dal quale ognuno di noi non può sfuggire, ma voglio precisare, a dispetto di coloro che hanno considerato il mio album pessimista,  che il disco non è un inno al sentimento di sconforto ma bensì emerge un’esortazione alla vita, invitando a lasciare tutto alle spalle ed aver sempre voglia di andare avanti. La consapevolezza della resa è solo il primo passo per approdare all’ottimismo". Il cantante ha poi parlato del bel rapporto professionale con Mara Maionchi che ha creduto fin da subito nelle sue qualità artistiche nonostante il quarto posto al programma musicale X factor, firmando un contratto per l’etichetta discografica “Non ho l’età” della stessa Mara Maionchi e di Alberto Salerno, ed è proprio in questa nuova avventura che ha potuto migliorare le propri doti di autore, compositore ed interprete. Prima del consueto appuntamento degli autografi da firmare e delle foto con i fans, Tony non è sfuggito alle domande, interagendo con loro parlando dell’album e su suoi prossimi progetti. " Le  canzoni dell’album a cui mi sento particolarmente legato sono “Come gli altri”, “Fidati di me” in cui parlo di un tradimento da parte di un amico ma soprattutto “Buonanotte” una canzone che sento particolarmente mia, dedicata al mio amico Alex e in cui invito noi giovani a fermarci un attimo, ascoltare la notte e allontanarci un po’ da tutta questa frenesia senza correre il rischio di montarci la testa per cose futili. Mi piacerebbe un giorno duettare con Alicia Keys, una delle mie cantanti preferite perché la considero una grande artista, così come non perdo occasione per rinnovare la grande stima che mi lega artisticamente ad Alex Baroni. Tra i progetti imminenti vi è sicuramente l’inizio del tour a Maggio dove stiamo ultimando alcuni dettagli allestendo anche una zona dove sarà possibile acquistare gadgets. Credo che tornerò a Palermo in tour se non altro per godere nuovamente della vostra cucina in particolar modo delle melanzane alla palermitana, buonissime".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati