Palermo, pene ricostruito utilizzando parte dell'addome

Intervento riuscito al Buccheri La Ferla. Sotto i ferri un paziente di 34 anni, affetto da tumore, sottoposto ad amputazione del glande, dei corpi cavernosi e dell'uretra

PALERMO. Sta bene il paziente di 34 anni affetto da tumore del pene che è stato sottoposto tre settimane fa a un delicato intervento di amputazione del glande, dei corpi cavernosi e dell'uretra. Fra qualche giorno potrà essere dimesso e tornare a casa.     
L'intervento è stato eseguito dall'unità operativa complessa di Chirurgia Plastica diretta e dal reparto di Urologia dell'ospedale Buccheri La Ferla di Palermo.    
Al paziente è stato ricostruito il glande e parte dei corpi cavernosi utilizzando il muscolo retto dell'addome rivestito di cute. E' stata, inoltre, ricostruita parte dell'uretra e sono stati tolti i linfonodi inguinali bilateralmente. L'intervento é tecnicamente riuscito con ottimo attecchimento dei tessuti  utilizzati per la ricostruzione.     
"Siamo molto soddisfatti del risultato - dice in una nota l'equipe medica che ha eseguito l'opreazione - Si è trattato di un intervento tecnicamente difficile che ha visto la collaborazione di diverse discipline mediche: oncologia, urologia, chirurgia plastica e anestesia".     
"Da una parte questa procedura ha risolto il problema neoplastico - conclude la nota - e dall'altra consentirà al giovane paziente la possibilità di avere una vita accettabile mantenendo l'erezione e la possibilità di procreare".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati