Mafia, sequestro di 4 milioni di euro a boss Badalamenti

Il primo sequestro patrimoniale nei confronti del boss avvenne nell'85 ad opera di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e i magistrati del pool antimafia

PALERMO. Beni per un importo di 4,2 milioni di euro - 34 immobili, terreni e 6 aziende commerciali - sono stati confiscati al boss di Cinisi (Pa) Gaetano Badalamenti. Le indagini patrimoniali sono state condotte dal Gico della Guardia di finanza di Palermo. Badalamenti è stato, tra l'altro, il mandante dell'omicidio di Peppino Impastato, avvenuto nel '78. Il primo sequestro patrimoniale nei confronti del boss avvenne nell'85 ad opera di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e i magistrati del pool antimafia. Morto nell'aprile 2004,
Badalamenti nell'87 era stato condannato a 45 anni di carcere negli Stati Uniti come componente del cartello della droga chiamato "Pizza connection".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati