Non rispetta sorveglianza speciale, arrestato a Palermo

PALERMO. Carlo Cardella, 58 anni, accusato di mafia, è stato arrestato per avere violato gli obblighi di sorveglianza speciale: non avrebbe dovuto allontanarsi da Palermo. Ma i carabinieri lo hanno sorpreso in auto a Cinisi. Cardella secondo gli investigatori era nell'organigramma della famiglia mafiosa di Palermo Porta Nuova. Era finito in manette nel 2005 dopo le dichiarazioni del collaboratore di giustizia Francesco Famoso che aveva delineato la mappa del racket nel centro cittadino, negozi, cantieri edili, commercianti ed imprenditori, costretti a pagare il pizzo. In quell'occasione erano stati arrestati anche Gaetano Badalamenti cugino del boss Agostino, Nicola Ingarao, Antonino Salerno e Salvatore Sorrentino. Precedentemente, era stato arrestato nel giugno del 2002 perché sospettato con altre due persone di essere l'autore di una rapina compiuta in provincia di Pistoia ai danni di una filiale della banca Toscana di Pescia. Nel 2009 era stato scarcerato e sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati