Marchionne: "Per salvare Termini faremo il possibile"

"La soluzione si dovrà pure trovare" ha aggiunto l'amministratore delegato entrando all'Unione Industriale dove è riunito il direttivo di Confindustria. Le indiscrezioni sul nuovo piano strategico

TORINO. "Come ha detto il ministro Scajola siamo in contatto, collaboriamo. Tutto quello che possiamo fare lo faremo". Lo ha detto l'amministratore delegato della Fiat, Sergio Marchionne, parlando dello stabilimento di Termini Imerese. "La soluzione si dovrà pure trovare" ha aggiunto Marchionne entrando all'Unione Industriale dove è riunito  il direttivo di Confindustria. Intanto secondo alcune indiscrezioni l’azienda del Lingotto avrebbe dei nuovi piani strategici. Quasi cinquemila dipendenti in meno, riduzione di un quarto del numero dei modelli (da 12 a 8), con la produzione italiana che crescerà fino a 900mila vetture. Sono i punti focali del nuovo piano strategico 2010-2014  che a quanto pare Marchionne presenterà in consiglio d’amministrazione il  prossimo 21 aprile. Gli operai sciopereranno dalle 17 alle 18 per manifestare il loro dissenso contro queste indiscrezioni

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati