Palermo, gli ex pip sfilano con le bare di cartone

I lavoratori del piano di inserimento professionale, più di tremila, chiedono alla Regione e al Comune di essere stabilizzati

Sicilia, Cronaca

PALERMO. Prosegue a Palermo la protesta dei lavoratori ex pip (piani di inserimento professionale) che oggi hanno sfilato in corteo con una bara di cartone contenente le spoglie di comune e Regione. Gli ex pip, oltre 3 mila, chiedono la stabilizzazione. "Non sono i lavoratori a dovere decidere in che modo procedere alla stabilizzazione - si legge in una nota dei precari aderenti allo Slai-Cobas - ma i responsabili politici che da dieci anni ci sfruttano dandoci un sussidio in cambio di lavoro, pagando mezzo stipendio e senza pagare contributi previdenziali". Per lo Slai-Cobas "la Regione è responsabile dell'impiego dei soldi ed è quindi la prima responsabile del destino di questi lavoratori che sono diventati indispensabili riempiendo gli organici dei vari posti di lavoro, dagli assessorati alle scuole, agli ospedali, alle spiagge". Il sindacato annuncia una manifestazione per i prossimi giorni. "Basta con i giochi politici e le carriere politiche sulle pelle di questi lavoratori - conclude lo Slai-Cobas - Basta con la guerra tra poveri".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati