Palermo, gli ex Pip e il "funerale"