Sicilia, Cultura

Palermo, dal Comune un milione di euro in più per salvare il Teatro Biondo

Lo ha deciso il sindaco Diego Cammarata, insieme all'istituzione di un tavolo tecnico. "Spero che arrivino più soldi anche da Regione e Provincia"

PALERMO. Un milione di euro in più rispetto al contributo ordinario di 3,5 milioni e nuovi locali da destinare alla Fondazione Teatro Biondo. E’ quanto deciso dal sindaco di Palermo, Diego Cammarata, per risollevare le sorti dello stabile di prosa del capoluogo siciliano. E per farlo, è stata anche disposta l’istituzione di un tavolo tecnico per affrontare i problemi della struttura. “Sono convinto – spiega il primo cittadino – che il Teatro Stabile rappresenti un’importante istituzione culturale cittadina, ma anche un patrimonio professionale e occupazionale che va difeso e salvaguardato. Per questo – continua – ho deciso di presentare in Consiglio comunale un aumento di 1 milione di euro delle somme destinate al Biondo insieme al conferimento di un immobile”. Rispetto ai fondi necessari per evitare la chiusura dello stabile, il sindaco Cammarata aggiunge: “Spero che anche le altre amministrazioni che fanno parte del consiglio di amministrazione del Teatro, Regione e Provincia in testa, possano e vogliano aumentare le destinazioni finanziarie per assicurare allo stabile di continuare la sua importante produzione che lo ha condotto ad essere uno dei più importanti teatri d’Italia” conclude. Intanto, per affrontare concretamente i problemi relativi alle finanze del teatro Biondo, è stato istituito un tavolo tecnico attorno al quale siederanno il segretario generale Fabrizio Dell’Acqua, il capo di gabinetto Sergio Pollicita e il ragioniere generale Paolo Basile, oltre ai vertici della struttura di via Roma. Compito di chi lavorerà intorno a questo tavolo, sarà quello di occuparsi di attivare la procedura per rendere esecutiva la decisione del sindaco di procedere al conferimento di un immobile alla Fondazione Teatro Biondo e ciò per venire incontro alle sue esigenze di bilancio”.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati