Mihajlovic: "Col Chievo voglio il massimo"

CATANIA. L'Inter fa già parte del passato. Archiviata l'impresa di sabato scorso con la capolista, il Catania comincia domani a Verona un tour de force che lo porterà a sfidare nell'arco di una settimana il Chievo in trasferta, la Fiorentina al Massimino e il Napoli al San Paolo.   "Ci attendono tre partite in sette giorni - ricorda il tecnico Sinisa Mihajlovic - non siamo abituati a certi ritmi, dovremo dosare bene le forze. Il Chievo è una squadra tosta, aggressiva, che magari non segna molto, ma difende bene. Non meritava di perdere contro il Milan. Abbiamo studiato i clivensi, non ci faremo sorprendere". "L'exploit contro l'Inter? I ragazzi sono intelligenti - spiega l'allenatore serbo - sanno come gestirsi. Le vittorie e le sconfitte vanno dimenticate subito. Contro i nerazzurri abbiamo ottenuto una grande risultato, ma quel successo vale pur sempre tre punti, non di più. Ce ne servono altri per raggiungere la salvezza".   Quando gli viene chiesto un commento al fatto che in settimana le agenzie di scommesse hanno bloccato le puntate sul pareggio, Mihajlovic è categorico: "Sono tutte cazzate, queste cose non mi riguardano. Certi argomenti extracalcistici non ci devono interessare. Abbiamo dimostrato con i fatti di puntare sempre al massimo, il resto non m'importa. Ho fiducia nella mia squadra, andiamo a Verona per fare bella figura".  Qualche problema di formazione per l'allenatore rossazzurro, che ha convocato solo 19 elementi. Alle assenze annunciate dello squalificato Martinez e dell'acciaccato Campagnolo si aggiunge quella di Capuano, fermato da un problema a un flessore. L'indisponibilità del laterale sinistro costringerà Mihajlovic a spostare Alvarez a sinistra promuovendo Potenza titolare a destra. Terlizzi ha vinto il ballottaggio per una maglia da centrale con Spolli. In avanti si fa strada l'ipotesi di un'avanzamento di Izco sulla destra con l'inserimento di Ledesma in mediana.    "Capuano non sta benissimo - conferma Mihajlovic - e non voglio rischiare nulla. Spolli ha recuperato, ma partirà dalla panchina: Nicolas è alla prima settimana di lavoro a pieno regime, magari potrà entrare a gara in corso per fargli riacquisire il ritmo partita utile per i prossimi impegni, visto che non potrò chiedere a Terlizzi di disputare tre partite in sette giorni". "In avanti con l'infortunio di Llama le opzioni si sono ridotte - conclude il tecnico degli etnei - ma sia Izco che Morimoto possono colmare la lacuna lasciata da Martinez. Ledesma l'ho visto bene nell'amichevole infrasettimanale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati