Thailandia, camicie rosse sfilano a Bangkok

BANGKOK. Decine di migliaia di "camicie rosse", i sostenitori del deposto premier thailandese Thaksin Shinawatra, a bordo di automobili e motociclette stanno prendendo parte a un chilometrico corteo che si sta snodando lungo il centro di Bangkok, con l'obiettivo di costringere il primo ministro Abhisit Vejjajiva a sciogliere il Parlamento.
La manifestazione, che arriva nel nono giorno di protesta dei sostenitori di Thaksin, si sta svolgendo in un clima festoso, con enormi disagi per il traffico ma per il momento senza incidenti. Migliaia di residenti della capitale, non necessariamente vestiti di rosso, salutano e incoraggiano i manifestanti al passaggio della parata.
"Ci muoveremo per cercare l'amore della gente di Bangkok e unirli a noi, i poveri contadini, per rovesciare il governo sostenuto dall'elite", ha detto Veera Musikhapong, uno dei leader del movimento popolare, arringando i dimostranti prima che il serpentone di veicoli iniziasse a muoversi.
Abhisit, salito al potere nel dicembre 2008 dopo lo scioglimento per via giudiziaria di due governi filo-Thaksin e grazie a un ribaltone parlamentare, finora ha respinto le richieste dei "rossi" di andare a nuove elezioni. Da quando è iniziata la protesta, il premier Abhisit vive e lavora da una caserma alla periferia della capitale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati