F1, gran premio a Monza fino al 2016

L'accordo firmato da Bernie Ecclestone in persona. Si va verso due gare italiane, con Roma in lizza a partire dal 2012

Palermo. La Sias, società che gestisce l'autodromo di Monza, ha siglato l'accordo con Bernie Ecclestone per la proroga del contratto che prevede la disputa del Gran Premio d'Italia di Formula 1 a Monza. Il nuovo accordo è valido fino al 2016. L'annuncio che il Gran Premio d'Italia di Formula 1 resta a Monza fino al 2016 è stato dato a sorpresa in una conferenza stampa con il presidente della Sias (la società che gestisce l'Autodromo), Claudio Viganò, che si é scusato per aver taciuto l'argomento fino all'ultimo, "ma
una clausola del contratto ci impegna alla riservatezza più assoluta". Comunque adesso è ufficiale: il contratto che impegna la Formula One Management, la società di Bernie Ecclestone che gestisce il 'Circus' della massima categoria automobilistica, a disputare la gara italiana sul circuito di Monza, in scadenza nel 2012, è stato prolungato di altri 4 anni. Sembra tramontata quindi la possibilità di una concorrenza di Roma per il Gran Premio nazionale, anche se nessuno, nemmeno Ecclestone - che anzi ha indicato il 2013 come possibile anno della sua effettuazione - ha escluso la possibilità che la gara si possa disputare comunque, magari con la formula dell'evento unico. Viganò ha mantenuto riservatezza assoluta sui contenuti economici del contratto e perfino sulla data esatta della sigla  Indiscrezioni suggeriscono però che un accordo di massima fosse già stato raggiunto prima di Natale, sulla scia di un abboccamento avvenuto tra Ecclestone e Viganò nel settembre scorso, proprio in occasione dell'80/a edizione del Gran Premio. La firma vera e propria sarebbe stata apposta la scorsa settimana, prima del Gp del Bahrain.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati