Palermo, morti Fincantieri: disposta una perizia

Il gip Riccardo Ricciardi ha nominato due esperti per accertare le eventuali responsabilità degli ex vertici dello stabilimento nella morte di 11 operai deceduti, secondo la procura, a causa dell'inalazione delle fibre di amianto

Palermo. Saranno i periti Massimo Menegozzo  e Maria Palumbo ad accertare le eventuali responsabilità degli  ex vertici dello stabilimento Fincantieri di Palermo nella morte
di 11 operai dell'azienda deceduti, secondo la Procura, a causa  dell'inalazione delle fibre di amianto.  I due esperti, nominati dal gip Riccardo Ricciardi nel corso  di un incidente probatorio chiesto nell'ambito del procedimento  penale a carico di tre ex legali rappresentanti dello  stabilimento, accusati di omicidio colposo, depositeranno le  conclusioni entro 90 giorni.  Tra le vittime c'é anche la moglie di un operaio, difesa  dall'avvocato Fabio Lanfranca, che si sarebbe ammalata di  mesotelioma pleurico, una grave forma di tumore al polmone,  venendo a contatto con le fibre di amianto rimaste sulla tuta  indossata dal marito durante il lavoro. Per le morti alla Fincantieri di Palermo - sono oltre 100 le  vittime attualmente accertate - sono in corso altri due  procedimenti: uno si concluderà il 20 aprile davanti al giudice  monocratico. Un altro è in fase dibattimentale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati