Bovo: "Lo stadio pieno un'arma in più contro l'Inter"

Palermo. Le armi principali che hanno permesso di battere il Chelsea e passare il turno in Champions League sono state il sacrificio e la difesa, secondo Cesare Bovo, che ha incontrato oggi gli studenti della scuola media Renato Guttuso di Villagrazia di Carini. «L’Inter ha giocato davvero bene, tirando quel qualcosa in più, che di solito si mette in mostra in questo tipo di partite. Sono stati bravi a non dare mai entusiasmo al Chelsea». Le stesse armi usate dall’Inter nella gara di coppa potrebbero essere fondamentali se usate dai rosanero per fare risultato contro i nerazzurri, e il difensore centrale è convinto che molto dipenderà proprio dalla prestazione della squadra. «È da due anni che facciamo bene in casa, e lo stadio pieno potrà darci una mano in più. In ogni caso, molto dipenderà da quello che daremo sul campo. Dobbiamo cercare – ha aggiunto Bovo – di giocare come sappiamo». Sabato per il Palermo comincia una settimana probabilmente decisiva per la corsa Champions, in cui il Palermo affronterà tre gare in sette giorni, ma Bovo non vuole sentire parlare di questo traguardo. «Credo sia ancora presto per parlare di qualificazione in Champions League. È vero, però, che ora ci aspetta un vero e proprio tour de force, perché affronteremo l’Inter e poi andremo a Genova contro i rossoblu di Gasperini nel turno infrasettimanale. Dopo, avremo il Bologna in casa e questo periodo culminerà col derby a Catania. Comunque credo che tra un mese si saprà dove potrà realmente arrivare il Palermo». Infine, nell’intervista a www.gds.it, Bovo non si sbilancia su quale sia l’avversario da temere di più nella gara contro l’Inter di Mourinho. «Sono tutti talmente forti, soprattutto davanti, che sarebbe riduttivo fare un nome solo».

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati