'Ndrangheta, sei arresti nel Reggino


REGGIO CALABRIA. Sei persone sono state  arrestate stamane dai carabinieri di Reggio Calabria ed altre 7  sono indagate nell'ambito di una operazione chiamata 'Mistero'  contro la cosca Ursino.  Le persone coinvolte sono accusate a vario titolo dei reati  di associazione per delinquere di tipo mafioso, omicidio,  estorsioni, danneggiamenti, detenzione e traffico di droga e  trasferimento fraudolento di valori. I provvedimenti riguardano persone residenti a Gioiosa  Jonica, Siderno, San Luca, Bari e Torino. Nel corso  dell'operazione sono state eseguite anche tredici perquisizioni. L'indagine dei carabinieri ha avuto inizio dopo l' omicidio di Pasquale Simari, di 45 anni, compiuto a Gioiosa Jonica la sera del 26 luglio del 2005. Gli investigatori hanno individuato l'autore materiale del delitto ed hanno identificato anche i  componenti della cosca Ursino che opera nella zona di Gioiosa  Jonica, nei comuni del comprensorio della vallata della fiurmara Torbido, con ramificazioni nel Nord Italia, in modo particolare in Piemonte e con collegamenti con la criminalità pugliese. I carabinieri hanno individuato anche gli autori di danneggiamenti, estorsioni e incendi verificatisi negli anni dal 2002 al 2008. E' emerso anche il trasferimenti fraudolento di  valori, con l'investimento di danaro di provenienza illecita in  attività economiche lecite, al fine di aggirare la normativa  antimafia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati