Droga a Palermo, sequestrati 70 chili di hashish

Il valore degli stupefacenti è di circa 70 mila euro. La merce nascosta su un furgone fermato a Villabate, alla guida un incensurato di Napoli

PALERMO. Maxi sequestro di hashish a Palermo. La polizia ha intercettato un carico di 70 chili di stupefacenti in arrivo in città, arrestando un corriere napoletano. La droga, immessa sul mercato al dettaglio del capoluogo, avrebbe fruttato oltre 700.000 euro.
Nel pomeriggio di ieri il personale gli uomini della sezione “Antidroga” della  Squadra mobile ha fermato Salvatore Calvanico, 45 anni, nato a Castellammare di Stabia ma residente a Secondigliano (Napoli), un disoccupato incensurato, considerato responsabile di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.
L’operazione, secondo quanto reso noto dalla polizia, “è avvenuta sulla scia di una intensificazione dei servizi di controllo del territorio, in particolare sulle arterie di accesso e di uscita dal capoluogo spesso transitate da insospettabili corrieri di stupefacente”.
L’operazione ha avuto origine nelle prime ore del pomeriggio di ieri, quando i poliziotti dell’“Antidroga”, a bordo di auto “civetta”, hanno notato, durante un pattugliamento delle strade di Villabate, e precisamente all’altezza della rotonda in prossimità dello svincolo autostradale, un furgone, con a bordo il solo conducente che procedeva in cerchio a velocità piuttosto blanda. Secondo la ricostruzione della polizia “il conducente dell’autovettura si guardava attorno, insistentemente e guardingo, come se volesse individuare qualcosa o qualcuno e non ci riuscisse”.
Ad un tratto l’uomo, avendo presumibilmente notato il posto di controllo dei poliziotti, tentava di effettuare una improvvisa deviazione di marcia, indirizzando più volte lo sguardo verso i poliziotti che ovviamente decidevano di fermarlo ed identificarlo.
Nel corso della perquisizione, all’interno dei vani posti tutt’intorno al telaio dell’autovettura sono stati rinvenuti, occultati e rivestiti con materiale plastico colorato (al fine di celarne l’odore), 39 panetti da un chilo ciascuno e 62 panetti da mezzo chilo ciascuno contente hashish, per un peso totale quindi di oltre 70 chili e un valore al dettaglio superiore ai 700.000 euro.
Calvanico è stato arrestato e, dopo aver compiuto gli adempimenti di rito, è stato trasferito all’Ucciardone.
Le indagini saranno ora orientate verso l’individuazione di fornitori e destinatari della droga sequestrata che, ancora una volta, sulla scorta anche degli ultimi sequestri effettuati nel recente passato, si conferma la sostanza stupefacente più presente sul mercato cittadino della droga, con riguardo sia allo spaccio al dettaglio che al traffico legato alle grosse organizzazioni criminali.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati