Il Palermo cade ad Udine, ma è ancora quarto

I rosanero sconfitti per 3 a 2 al Friuli. Decisive le reti di Floro Flores (doppietta) ed Asamoah. Di Simplicio e Cavani i gol della bandiera. I siciliani ancora in Champions League

Udine. Il Palermo perde contro l’Udinese ma piange con un occhio solo, visto che mantiene il quarto posto grazie al suicidio Juventus che si fa rimontare tre gol dal Siena. Spettacolo al Friuli con i bianconeri che vincono 3 a 2 grazie alle reti di Floro Flores (doppietta) e Asamoah. A nulla sono valse le reti di Simplicio e Cavani (stupendo gol in rovesciata). Sconfitta tutto sommato immeritata, per gli uomini di Delio Rossi, che hanno pagato qualche amnesia difensiva di troppo.

La cronaca - Il Palermo aveva concluso il primo tempo sotto in un gol, con Floro Flores al 43’ che aveva  concretizzato una superiorità che specie nell’ultimo quarto d’ora si era fatta più evidente. Si parte con una bella punizione di Miccoli all’8’ minuti da 25 metri, che si spegne di pochissimo alla sinistra di Handanovic. Il suo alter ego bianconero, Di Natale risponde poco dopo allo stesso modo. L’Udinese sale in cattedra nella parte centrale del primo tempo e solo le parate di Sirigu e i provvidenziali interventi sulla linea di Kjaer prima e Nocerino dopo. Al 38’ si fa vedere il Palermo con Miccoli, sempre lui: gran destro a giro e Handanovic salva. Si arriva al 43’ ed ecco il tanto temuto gol dell’Udinese con Floro Flores, che sfrutta alla perfezione un’azione un po’ confusa. Miccoli al 45’ va vicino al pareggio ma niente da fare 

Il secondo tempo si apre con la sostituzione di Pastore (non al meglio) con Simplicio, e il cambio di Delio Rossi dà subito dato i suoi frutti, visto che il brasiliano, dopo 6 minuti, pareggai conti. Ma l’illusione della rimonta dura poco: al 65’ ancora Floro Flores porta l’Udinese ancora in vantaggio con una bellissima azione orchestrata da Sanchez e Di Natale e conclusa dalla punta friulana. Nemmeno il tempo di organizzare la rimonta e Asamoah fissa il risultato per 3 a 1. Miccoli, il più positivo nel primo tempo, lascia il campo ad Hernandez ma era Cavani a regalare ai rosanero il gol del 3 a 2 grazie ad una rovesciata capolavoro che fa sperare nel nuovo miracolo, purtroppo non avvenuto grazie anche ad un prodigioso Handanovic, che quasi allo scadere compie una parata ai limiti dell’inverosimile su un colpo di testa di Bertolo. Nonostante il forcing finale dei siciliani arriva la sconfitta, ma i risultati  che arrivano da Torino (pareggio della Juventus) e da Bologna (solo un punto per la Samp) consentono ai rosanero di mantenere il quarto posto che ad oggi vale la Champions League.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati