Via Calderai nel degrado, Cammarata: inserita tra gli interventi urgenti

Egregio signor sindaco,
mi preme sottolinearle ciò che probabilmente le è sfuggito: via Calderai, antico quartiere ebraico, nel cuore del centro storico, meta di centinaia di turisti, antico asse commerciale per il segmento commerciale che occupa, vive in un degrado impressionante. Non esiste una sistemazione urbanistica che possa dare un'immagine di città europea attenta alla conservazione delle proprie tradizioni. Non esiste un cestino getta carta (esempio banale) che consenta di conferire i piccoli rifiuti, i contenitori della spazzatura sono delle discariche a cielo aperto, i lavori di ripristino del manto stradale lasciano a desiderare, l'Enel ha lasciato scoperti fili e cassette elettriche.
La strada era prima fatta con le "balate", i marciapiedi non esistono più in quanto raggiunti da strati e strati di volgare asfalto disteso a pezzi. Insomma sarebbe opportuno che l'amministrazione facesse la sua parte.
Confidiamo nel suo interesse per questa città e per questa parte di Palermo scrigno di memoria.
Ezio Trapani



Egregio signor Trapani, credo che la via Calderai sia una delle zone più belle e suggestive del centro storico . Ma condivido con lei la necessità di provvedere ad alcuni interventi urgenti per ridarle smalto ed è quanto c’è in programma di fare.
Per quel che riguarda i cestini per rifiuti ho dato indicazioni ad Amia, che li colloca, e ad Amia Essemme che deve provvedere a svuotarli e pulirli di occuparsi della installazione. Quanto ai contenitori del rifiuti solidi urbani speriamo che il disagio di vederli (e purtroppo a volte pieni e maleodoranti) cessi presto. Anche nel centro storico, infatti, verrà effettuata la raccolta differenziata porta a porta che riduce sensibilmente la quantità di rifiuti indifferenziati e contribuirà a mantenere più pulita anche questa parte così importante della città. Voglio rassicurarla anche circa gli interventi di manutenzione sul manto stradale e sui marciapiedi che saranno effettuati grazie alle risorse destinate al “Piano degli interventi urgenti nel Centro Storico”, che prevede appunto anche questo tipo di opere per le quali sono stanziati 200 mila euro per strade, piazze, marciapiedi, etc. Gli interventi dell’Enel non sono, come lei sa, di competenza comunale ma ho dato indicazioni all’assessore al Centro storico Carta di verificare se esistono condizioni di pericolo o anche soltanto di abbandono di impianti e di inviare una nota ufficiale all’Enel per il ripristino di condizioni di piena sicurezza e di soddisfacente decoro urbano.
Diego Cammarata

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati