Fiorello: "Il 3-1? Un dolce dolore"

Lo showman con il cuore diviso a metà: "L'importante che l'Inter vinca a Londra con il Chelsea"

Roma. "Un dolce dolore!": così Fiorello sintetizza il suo stato d'animo all'indomani del clamoroso risultato della partita di anticipo del Campionato di serie A Catania-Inter. Il 3-1 subito ieri sera dai nerazzurri allo stadio Massimino di Catania fa meno male delle altre sconfitte, almeno per Fiorello, catanese di nascita e interista nel cuore.    
"Comunque vada sarò contento", aveva detto ieri uscendo da Villa Stuart dove era stato visitato dal prof. Mariani in seguito ad un infortunio sciistico. Ieri, dopo aver seguito con partecipazione il match, Fiorello ribadisce il sapore agrodolce di questo sorprendente risultato. "Da una parte c'é il cuore, Catania, dall'altra la fede calcistica. L'importante sarà vincere a Londra contro il Chelsea. Avete visto il Milan che figura ha fatto a Manchester. Le squadre inglesi - ha detto ieri ai cronisti - sono molto toste, in casa si esaltano e giocano fino alla morte. Ma certo l'Inter non è il Milan, è un bel po' più forte". Le due squadre milanesi restano in vetta alla classifica ma il Milan ha la possibilità, grazie al trionfo del Catania, di andare a -1 dalla capolista Inter. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

I più cliccati